Culto Retrogaming: Metal Slug

210165-metal-slug-anthology-psp-screenshot-metal-slug-title-screen

Bentornati cari cultisti ad un nuovo appuntamento con Culto Retrogaming! Oggi voglio parlarvi del gioco che a tutti noi ha fatto sprecare migliaia di monetine nei cabinati! Ma certo, parlo proprio di Metal Slug!


Anzitutto attenzione, il famoso sparatutto a scorrimento conosciuto da chiunque abbia mai frequentato una sala giochi ha una trama. Infatti in ballo c’è una guerra tra un esercito clandestino chiamato “La ribelione” e l’esercito regolare. Alla guida del primo c’è quello che sarà il cattivo in tutta la saga, il generale Morden mentre nelle file dell’esercito regolare è presente la sezione dei “Falchi Pellegrini” di cui fa parte il tenente Marco Rossi che assieme a Tarma Roving è il protagonista della storia.

images

Questo sparatutto ha regalato sicuramente un sacco di ore di gioco e divertimento a chiunque ci abbia giocato. Divertente, con una grafica piuttosto buona semplice e colorata, ed anche abbastanza difficile non pare risentire del passaggio degli anni grazie alla sua giocabilità semplice ed immediata. Lo scopo è quello di farsi avanti di stage in stage tra orde di nemici facendo senza nemici fino ad arrivare al boss di fine livello. A inizio livello si parte con una pistola dai colpi illimitati ma vari potenziamenti e nuove armi possono trovarsi all’interno di parti distruttibili dello stage oppure ci possono essere date quando libereremo i vari prigionieri di guerra che possiamo trovare negli scenari. Liberando questi ultimi che appaiono con barba e capelli lunghi e che troveremo legati, otterremo un power up o colpi extra per le armi che stiamo usando.

1-bosses-ms2-x-mission-4

In generale questo gioco mi ha divertito ed è capace di farlo ad ogni nuova giocata. Sia in single player che in coop si rivela divertente ed è capace di non annoiare mai il giocatore. Sento ancora tintinnare le monete che ho usato (e perso) da solo o con gli amici nel tentativo di finirlo. Oltretutto posso dire che è un gioco che mi sono goduto più giocato in sala giochi su un vecchio cabinato piuttosto che su console o computer.

Ah ovviamente la mia arma preferita era il Fucile Laser ovviamente, la vostra??

Nemo

Nemo è un ragazzo di 24 anni che studia al Dams di Udine che ha sede nella sua città natale, Gorizia. Si interessa sopratutto di film e fumetti e ascolta anche musica spaziando quando capita tra vari generi. Conosce Sagana e dopo qualche tempo decidono di cercare, stavolta assieme, di ridare lustro al blog di Culto Underground per salvare un buon progetto dalla decadenza e rimetterlo sui giusti binari