Culto Retrogaming: Street Fighter II

download

Quando ero bambino, sulla mia console Super Nintendo oltre ai vari Super Mario, Doom, Jurassik Park, etc. brillavano due picchiaduro. Uno era Killer Instinct, spendida gemma da amare e ricordare, di cui parleremo più avanti. L’altro è stato il gioco che mi ha insegnato tutte le dinamiche del genere: Street Fighter II.

Da ragazzini non si va molto per il sottile, ma non si gioca nemmeno a casaccio. Ho passato ore e ore ad allenarmi a SFII imparando a lanciare le diverse mosse e a perfezionare tecniche acrobatiche. Nemmeno adesso, anche allenandomi giornalmente riuscirei ad arrivare alla perferzione tecnica raggiunta da ragazzo. Tuttavia grazie alle decine di ore spese su questo particolare titolo, tutt’ora riprendendo in mano i nuovi capitoli della serie, posso dire di cavarmela bene.

download (2)

Ma parliamo un po’ più a fondo del gioco in se. La storia è semplice, il temibile M. Bison organizza un nuovo torneo Street Fighter, a nove anni dal primo. Bison cerca il lottatore più forte del mondo per sconfiggerlo e prenderne il controllo fisico grazie al suo potere: lo Psyco Power e diventare così un essere perfetto. Tutti i partecipanti hanno un motivo personale per cimentarsi nel torneo, da Ryu che vuole accresce la propria forza e sfidare nuovamente Sagat, a Guile che vuole vendicare la morte di un suo compagno d’armi ad opera di Bison, da Chun-Li anch’essa in cerca di vendetta per il padre (morto sempre per colpa di Bison), a Dalshim che vuole porre fine alla tirannia che Bison attua contro il suo villaggio tramire l’organizazzione militare segreta di cui è a capo, Shadaloo.

Il gioco propone tutte le caratteristiche che hanno reso famosa la saga e che ha poi sviluppato negli anni. I combattimenti sono veloci ed ogni personaggio ha un buon numero di mosse base ed altre segrete. Poteri e tecniche speciali si possono attuare in buona parte tramire il famoso sistema delle “mezze lune”, cioè tracciando una mezza luna col dito sui tasti dedicati al movimento assieme al giusto tasto d’attacco.

download (1)

Il gioco risulta frenetico e gustoso sia nelle partite contro il computer che nella sfida locale contro un amico. Come tutti i picchiaduro è li che, personalmente, Street Fighter II rende al massimo, ridonando tutt’ora, a più di vent’anni dall’uscita, un’esperienza di gioco piacevole ed entusiasmante.

sf2loss

Insomma, che dire? A mio avviso questo particolare capitolo della serie di SF è un passaggio obbligato per gli amanti dei picchiaduro, da provare assolutamente per deliziarsi in battaglie all’ultimo colpo. Hadoken!

Nemo

Nemo è un ragazzo di 24 anni che studia al Dams di Udine che ha sede nella sua città natale, Gorizia. Si interessa sopratutto di film e fumetti e ascolta anche musica spaziando quando capita tra vari generi. Conosce Sagana e dopo qualche tempo decidono di cercare, stavolta assieme, di ridare lustro al blog di Culto Underground per salvare un buon progetto dalla decadenza e rimetterlo sui giusti binari