Grand Theft Auto, il retrogaming

Grand Theft Auto, il retrogaming

Come ogni grande successo che si rispetti, anche nel mondo dei videogiochi, prima di arrivare all’agognata celebrità bisogna sudare le proverbiali sette camicie. Ecco allora che oggi vi parleremo del primo “Grand Theft Auto“, pluripremiata serie videoludica che nel corso degli anni ha spopolato su ogni genere di console e personal computer.

Grand Theft Auto

GTA (abbreviazione di Grand Theft Auto) è un videogioco per computer e console creato da DMA Design (ora Rockstar North) e pubblicato da ASC Games nel 1997. Il gioco ci permetterà di vestire i panni del “cattivo”, per la precisione impersoneremo un criminale alle prime armi, impegnato a compiere le sue losche attività per le strade di tre grandi metropoli, che riprendono chiaramente New York, San Francisco e Miami. Le possibilità date dal videogioco sono molteplici, ma la vera chiave di volta è sempre il furto d’auto, grazie al quale sarà possibile correre qua e là per le strade delle città in barba alle leggi e al codice stradale. Furti, inseguimenti e sparatorie sono all’ordine del giorno in GTA, che non ha lesinato sul parco auto a disposizione. Sarà possibile “prendere in prestito” una semplice utilitaria, una vettura sportiva o magari una potente motocicletta o una mastodontica autopompa dei pompieri. Tutta l’azione del videogame si svolge attraverso delle riprese dall’alto, tuttavia la grafica non è certamente il punto forte di GTA, che però ha saputo ben sfruttare le risorse a sua disposizione e ha aperto la strada a numerosi titoli simili, oltreché gettato delle solide fondamenta per il successo della serie.

Grand Theft Auto, il retrogaming 1

Il videogioco non è un semplice “guardie e ladri“, oltre agli inseguimenti c’è molto altro e lo stesso concept di GTA è stato innovativo e sconsacrante. In effetti, all’epoca dell’uscita, il titolo ha attirato innumerevoli critiche e sollevato un enorme polverone a causa dei suoi contenuti, ritenuti “diseducativi” dalla stampa e dalle agenzie specializzate in videogame.

Grand Theft Auto, il retrogaming 2

Come videogamer non posso far altro che consigliare a chiunque non abbia mai provato GTA di farci almeno una partita, in modo da capire da dove è partita la blasonata serie che negli ultimi anni è diventata un must fra i videogiocatori di tutto il mondo. Alla base di GTA c’è un’idea originale e irriverente, portata all’eccesso e data in pasto a schiere di neofiti ed esperti del mondo dei videogame, che hanno saputo apprezzarlo per ciò che era, anche se, alla lunga, poteva diventare un po’ ripetitivo.

Cosa ne pensate di questo retrogaming? Fatecelo sapere con un commento, per noi la vostra opinione è importantissima! In più, se vi è piaciuto, condividete questo articolo con tutti i vostri amici, aiutateci a far conoscere anche ad altre persone la nostra webzine di arte underground.

 

Follow me

Andrea Tomasella

Laureato in Sociologia per il Territorio e lo Sviluppo all’Università di Trieste, è referente del Gruppo Comunicazione del Punto Giovani di Gorizia. Scrive per la webzine di arte underground “Culto Underground”, collabora con il mensile di promozione sociale "Social News" e con il settimanale sportivo "City Sport". Attraverso il suo blog si racconta ed esprime opinioni (sempre personali).
Follow me