Nest of Bands presents: Feel the Flow – Il report –

Musica rap live
Revo & Infinity live

Venerdì sera al “Bar alle Ali” di Gorizia è andata in scena la prima serata rap della serie Feel the Flow. Dopo un lungo periodo di pausa, il movimento Rap ha dato nuovamente segni di vita anche nel capoluogo isontino e l’ha fatto nel migliore dei modi: esibizioni live e microfoni aperti per chi voleva fare freestyle. Ho seguito l’evento, ascoltato tutte le esibizioni dal vivo e scattato diverse fotografie e adesso vi racconto com’è andata sulle pagine di Culto Underground.

Arrivo presto al locale, sono le 21:00 e fuori si sono già formati alcuni cerchi di freestyle, nel frattempo mi fermo a scambiare due chiacchiere con qualche amico. Passa circa mezz’ora e una voce richiama tutti all’interno del bar perché i live stavano per cominciare.

Una volta dentro al locale, Dj Dre ha passato la scena agli Mc. I primi a prendere i microfoni sono Revo & Infinity. Il duo proveniente da Gorizia è ben rodato, offre al pubblico un rap molto classico, efficace ed energico, che riesce a scaldare gli animi del pubblico presente in sala. Nella fase conclusiva del live, un breve featuring di Infinity con Giordi, uno degli organizzatori della serata.

A seguire Josie Nasr, proveniente da Trieste ma nato a Sofia (Bulgaria) nel 1992. Il giovane Josie avevo già avuto modo di ascoltarlo qualche anno fa a Trieste e devo dire che a distanza di due/tre anni ho notato parecchi miglioramenti, sia nella metrica che nella musicalità. Nasir ha uno stile tutto suo, in cui convivono sia tradizione che modernità, ed è proprio con il suo stile che è stato capace di stabilire un buon feeling col pubblico.

Mc Kura durante il live
Kura

Uno degli Mc tecnicamente più validi della serata è stato Kura, vecchia conoscenza per la scena rap goriziana. Ragazzo diretto e concreto, che ha proposto il set più “conscious” della serata. Era da un po’ che non lo sentivo in giro ed è stato sicuramente un bel ritorno, nel suo set ha dato spazio anche a qualche canzone nuova oltreché ad alcune strofe di freestyle.

Meritato anche l’applauso (o come si suol dire in gergo “il casino”) con cui è stato accolto Giordi, l’organizzatore della serata e a cui va il merito di aver smosso le acque della scena rap goriziana dopo un paio d’anni di silenzio. Giordi è un rapper talentuoso, al tempo stesso umile e passionale, la conferma arriva dai suoi pezzi e dal suo approccio popolare alla musica rap, con cui spesso e volentieri ricorda le sue origini campane, con alcuni pezzi rappati in dialetto napoletano. Gradite sorprese anche i featuring con Kid Kroi (alla sua prima esibizione live) e Infinity, oltre alla seconda voce di Paolo Corru.

Band rap mentre si esibisce
A-Trio live

A chiudere la serata gli A-Trio (potete leggere la nostra recensione del loro recente album “I Ragazzi della Strada Dietro”). Il terzetto composto da Martino l’alieno (CH), Libra e Shian ha portato a Gorizia un rap sconsacrante e carico di energia positiva. Un bel live per presentare molti dei brani contenuti nel cd e anche alcuni inediti.

Verso mezzanotte l’evento si è concluso, ce ne torniamo a casa dopo una piacevolissima serata in cui si sono riunite diverse generazioni e tipologie di persone completamente differenti. Non male questo primo esperimento, ne esco completamente soddisfatto.

Se vi è piaciuto questo report, condividetelo con tutti i vostri amici e lasciate un commento per farci sapere cosa ne pensate. Non dimenticate di mettere un Mi Piace alla nostra PAGINA FACEBOOK e di SEGUIRCI SU TWITTER!

Grazie, alla prossima!

Follow me

Andrea Tomasella

Laureato in Sociologia per il Territorio e lo Sviluppo all’Università di Trieste, è referente del Gruppo Comunicazione del Punto Giovani di Gorizia. Scrive per la webzine di arte underground “Culto Underground”, collabora con il mensile di promozione sociale "Social News" e con il settimanale sportivo "City Sport". Attraverso il suo blog si racconta ed esprime opinioni (sempre personali).
Follow me