Nest of Bands presents: Feel the Flow pt. 2 – Il report

Feel the Flow 2 banner

Sabato 17 si è tenuto al “Bar Alle Ali” a Gorizia la seconda serata dedicata al rap emergente di zona, Feel The Flow II. L’evento è molto interessante dando spazio ad Dj Set ed esibizioni live con una sessione di open mic

durante la quale anche artisti che non erano in scaletta hanno potuto esibirsi portando qualche loro pezzo oppure facendo un po’ di freestyle. Verso le 22.00 iniziano le esibizioni e si alternano al microfono diversi mc di zona. Le diverse esibizioni sono tutte accompagnate da un buon riscontro del pubblico che nel frattempo ha occupato la saletta adibita alle performance live. Tutti gli mc che si presentano al microfono offrono uno spettacolo diversificato, mai noioso dimostrando la loro abilità di intrattenitori riuscendo a non annoiare mai gli spettatori.

Una delle cose più importanti è l’aria che si è respirata per tutta la durata dell’evento. Stiamo parlando dell’aria di unità e amicizia che spesso possiamo sentire ad una buona serata hip hop (e non solo!) dove pare di guardare un gruppo di amici che si alterna sul palco piuttosto che un gruppo di persone venute la solo ad esibirsi. Insomma una situazione che si svolge in un clima completamente positivo riuscendo a trasmetterlo anche ai vari avventori della serata.

Noi di Culto abbiamo approfittato della bella nottata per fare qualche domanda ad alcuni dei partecipanti di Feel The Flow II, ecco cosa ci hanno detto.

Giordi & Infinity

Giordi

D: Tu adesso hai cominciato ad organizzare questa serie d’eventi, ce n’è stato uno ad Ottobre, adesso ce n’è un altro e mi accennavi di voler continuare questa serie andando anche a variare nei contenuti.

R: Si, dopo le prime due serate di concerti hip hop vorrei espandere il progetto, assieme a Nest Of Bands, tenendo Feel The Flow, come nome come fosse una specie di associazione, ampliandoci e introducendo negli eventi altre attività come il ballo, serate di altri generi musicali od a tema ludico o sportivo. Per fare ciò ci stiamo muovendo su tutto il territorio goriziano e limitrofo per cercare di spingere le realtà che giovanili e meno conosciute.

D: Parlaci di te come artista, gli ultimi progetti fatti e quelli futuri.

R: È stato un anno e mezzo di inattività, o meglio inattività per il pubblico visto che in realtà ero in studio quasi tutti i giorni a fare pezzi nuovi, lavorando sodo da vero stacanovista dell’hip hop per citare un mio pezzo! L’ultimo lavoro era Slum Mizik Vol. 1, che era un mixtape di una dozzina di tracce con featuring dei miei fratelli goriziani e da allora fino a pochi giorni fa ho prodotto una marea di tracce, anche con la partecipazione di Mc di zona ed esteri. Producendo così tanto ho sentito il bisogno di far uscire questi pezzi in una raccolta. Così è nato Slum Muzik Vol. 2 raccolta di 16 tracce su strumentali americane. È una raccolta di esercizi di stile, un gran calderone con vari stili dentro e dove potete trovare il pezzo riflessivo, quello impegnato socialmente, il pezzo celebrativo che non guasta mai nell’hip hop e tantissime collaborazioni oltre che con i miei fratelli di zona ho avuto il piacere di collaborare con un australiano, un ragazzo di Bologna che si chiama Ferio, un ragazzo calabrese che si chiama Tony Hunt e chi più né ha più ne metta. Il tape è fuori sul mio bandcamp…quindi scaricatelo ed ascoltatelo!

D: Vuoi dire qualcosa in chiusura?

R: Si, vi accenno ad un progetto futuro già in cantiere, con un beatmaker siciliano, un ragazzo davvero giovane ma veramente potente, classe ’97, con cui stiamo progettando un ep, ma non vi voglio svelare troppo quindi restate connessi!

Corru Sid

Corru Sid

D: Siamo qua con Corru Sid che oggi fa pure la sua prima performance live, portando 3 pezzi! Allora, tu eri già presente alla scorsa edizione di Feel The Flow, raccontaci le tue impressioni su ciò che è stato lo scorso evento, quali sono le tue aspettative per oggi e cosa ne pensi, in generale, di questo progetto di eventi.

R: Beh, la volta scorsa mi è sembrato andare molto bene, anche perché a quanto ne so è da un paio d’anni che non ci sono eventi prettamente hip hop qua a Gorizia e per essere la prima volta dopo tanto tempo e con una pubblicità relativa c’è stata una buona affluenza. Poi ho visto che un sacco di gente è venuta con un sacco di fotta e quindi tutto sommato è una buona impressione e spero si vada sempre migliorando.

D: Oggi suoni per la prima vlta in live e questo mi porta a fare un collegamento chiedendoti di parlarci dei tuoi progetti. Tu hai fatto anche un ep molto particolare a livello di sonorità, parlacene.

R: Ho iniziato facendo pezzi classicamente hip hop, spaziando un po’ tra i vari generi e l’ultimo ep in particolare è nato quasi per caso da una combinazione di suoni fra musica celtica e hip hop e per quanto ne so sono tra i pochi ad aver fatto un progetto con quelle sonorità li. Penso di continuare su questo genere musicale qua, spero di riuscire a diffondermi perché per ora ho avuto un esito molto positivo ma il problema da queste parti e che non c’è un vero e proprio pubblico e quindi e dura arrivare a tante orecchie, però spero bene, dai.

D: Per finire dacci i tuoi contatti e siti vari dove possiamo trovare la tua musica.

R: Sono su Youtube come Corru Sid, SoundCloud, sempre come Corru Sid e così anche su Facebook.

DJ Susy

Dj Susy
Dj Susy

j D: Parlaci un po’ di te e della tua vita artistica.

R: Io ho iniziato perchè mio papà era dj latino americano ho sempre visto lui che giocava sui piatti, aveva miliardi di console, però non mi ha mai fatto provare niente, non ha mai creduto potessi fare qualcosa. Questo forse mi ha spronato di più a fare a dirmi “perchè non ce la posso fare?”. Un giorno un mio amico che io chiamo maestro perché mi ha dato le basi per iniziare, mi ha detto “Ma prova, perché no, se ti piace”. Allora l’ho fatto, mi è venuto fin da subito, ho provato una grande emozione, anche perché quando ti viene un cambio o qualcosa del genere è una figata.

D: Invece qualche tuo progetto?

R: Io vorrei organizzare jam con artisti emergenti di tutta Italia. Fare qualche bella jam a livello nazionale e sto imparando a scratchare, ho i vinili a casa e mi sto esercitando per perché vorrei partecipare anche a qualche contest. Sto anche iniziando a girare l’Italia, quindi speriamo bene.

D: Hai già qualche esperienza?

R: Ho suonato a Roma che mi hanno chiamata, devo andare a suonare a Milano poi ancora a Roma. Ho molto da imparare ma sono contenta perché giro e mi faccio un po’ di esperienza.

D: Se vuoi sponsorizzare la tua pagina in chiusura, così i nostri lettori sanno dove trovarti!

R: Si, Dj Susy su Facebook Susy Self Zucchiatti il mio profilo, anche li metto le news. Adesso mi trovate una volta al mese al Keep It Real a Trieste, al Colonial, saremo li io e Blame, ci sarà come sempre l’open mic, quindi venite numerosi.

Gergo aka Ge Morales

Gergo & Kura

D: Dacci le tue impressioni sulla serata di oggi!

R: Guarda stavo giusto dicendo quando abbiamo fatto una serata a Trieste Martedì, che era da anni che non respiravo un po’ d’atmosfera hip hop e respirarla due volte in una settimana è una bomba, quindi grande Giordi, ci sta di brutto. La gente poi all’inizio era un po’ fredda, poi si è presa bene e ci sta!

D: Parlaci di te, dei tuoi progetti

R: Io ho fatto un mixtape di 17 tracce, sono uscito con un singolo e un video. Mi han detto “esci con qualcosa di più veloce e più, tra virgolette, sentibile” ho preferito invece una roba che parlasse più di me visto che adesso ho la possibilità di farlo facendo da solista. Questo mixtape racchiude un po’ la mia eterogeneicità, perché c’è un po’ di tutto…dammi una base e se mi suona bene lo faccio ed adesso ho in progetto altri video ed altri progetti e si prospetta un 2017 molto prolifico.

D: Dicci i tuoi progetti futuri e dove contattarti

R: Adesso sto organizzando un po’ di live li farò nei prossimi mesi a Udine, Trieste e speriamo di nuovo anche a Gorizia. C’è il mio canale YouTube, GeMorales e c’è la pagina Facebook dove pubblicherò tutto il mixtape e adesso sto vedendo come pubblicare perché sto già girando un video ed è già in fase di editing e forse dopo questo butto fuori tutto il mixtape e ci saranno due o tre video ancora. Poi sto lavorando ad altri progetti con Joao e Shaz e ho in ballo una cosina nel tarvisano, vediamo come va.

Finita la serata siamo tornati a casa con una certa soddisfazione per aver partecipato ad un evento molto interessante e di cui merita seguire gli sviluppi futuri che, certamente, porteranno una ventata di freschezza nel panorama emergente della zona.

Nemo

Nemo è un ragazzo di 24 anni che studia al Dams di Udine che ha sede nella sua città natale, Gorizia. Si interessa sopratutto di film e fumetti e ascolta anche musica spaziando quando capita tra vari generi. Conosce Sagana e dopo qualche tempo decidono di cercare, stavolta assieme, di ridare lustro al blog di Culto Underground per salvare un buon progetto dalla decadenza e rimetterlo sui giusti binari