Recensione: Djeco – Moseca (2015)

Moseca

Carissime amiche e amici di Culto Underground, come ogni venerdì, ci ritroviamo per una nuova recensione. Questa volta parliamo del nuovo EP dei Djeco “Moseca“, continuate a leggere l’articolo per conoscere più a fondo questo disco.

La band

I Djeco sono un duo proveniente da Prato, formato da Lorenzo ”Blanco” Sguanci (ex Tanz) e Mattia Betti (ex Umanzuki), rispettivamente basso/sample/voce e batteria.
Il loro percorso musicale è cominciato in una saletta prove come tante, accumunati dalla passione per Internet, i tempi dispari e Paola Cortellesi. I suoni e le musiche che ne risultano sono una combinazione di questi tre elementi.

[banner]

Il disco

Moseca comincia con “Bella ma anche complicata come questo esagono“, brano che inizia lento e ripetitivo ma che col proseguo sviscera più di un elemento non convenzionale, a tratti anche completamente fuori dagli schemi, con impennate schizofreniche e dissonanti che diventano una prassi per tutta la lunghezza del brano.
La seconda canzone “Perfect Risotto” è un connubio di groove e batoste doom, granitiche e colossali, miscelate con velocissimi cambi di ritmo, che strizzano l’occhio alle sonorità più consuete del punk e del jazz. Di fatto, questo brano avrebbe avuto più senso se fosse stato intitolato “Perfect Minestrone”, data la grande varietà e miscellanea di generi musicali che vi sono al suo interno.
Il terzo e penultimo brano ” Sanguisugo” è introdotto da alcuni rumori che smorzano un po’ troppo l’atmosfera del disco. Dopo circa un minuto comincia il brano vero e proprio, arrembante ed energico con alcuni momenti di quiete che precedono veri e propri attimi di follia musicale.
Il lavoro del duetto si conclude con “Buona Camicia a tutti“, al di là del titolo che richiama la famosa reclame anni ’80 in cui compariva un giovanissimo Maurizio Costanzo, la canzone è forte e incalzante, a differenza delle altre, anche più strutturata.

Conclusioni

Moseca è un EP strumentale che convince, straordinariamente atipico ma con i piedi ben piantati a terra. Difficile ascoltare qualcosa di più originale e allo stesso tempo riuscito. Consigliato per tutte le lettrici e i lettori di Culto Underground.

Voto: 7 / 10


Contatti

Facebook: www.facebook.com/Djeco

Bandcamp: djeco.bandcamp.com

Studio: www.facebook.com/AmpireStudio

Etichetta: www.facebook.com/Santa.Valvola.Records

Follow me

Andrea Tomasella

Laureato in Sociologia per il Territorio e lo Sviluppo all’Università di Trieste, è referente del Gruppo Comunicazione del Punto Giovani di Gorizia. Scrive per la webzine di arte underground “Culto Underground”, collabora con il mensile di promozione sociale "Social News" e con il settimanale sportivo "City Sport". Attraverso il suo blog si racconta ed esprime opinioni (sempre personali).
Follow me