Recensione: Frankenstein (1910)

frankenstein poster

Affezionati di culto un ben ritrovati da parte di Nemo! Come al solito oggi andremo a ritroso nella storia del cinema per andare a scovare niente di meno che il primo adattamento cinematografico della famosa opera di Mary Shelley: Frankenstein. Il film girato negli studi della Edison è stato girato da Searle Dawley.

L’autore

Searle Dawley nasce in Colorado nel Maggio del 1877.Dopo vari anni di lavoro in teatro debutta come regista nel 1907 col corto The Nine Lives Of A Cat, prodotto dalla Edison Company. Pochi anni più tardi girerà anche Frankenstein. Nella sua ventennale carriera il regista girerà più di 160 film sceneggiandone una trentina. Morirà a Hollywood nel 1949.

L’opera

Questa prima rappresentazione cinematografico del capolavoro letterario della Shelley dura poco più di dieci minuti. In esso il Dottor Frankenstein è visto come una specie di alchimista che un giorno, tentando di creare l’essere umano perfetto, crea il mostro facendolo uscire da una nube di fumo. Il mostro, scomparso dopo la sua creazione, tornerà a tormentarlo il giorno del suo matrimonio fino ad essere confinato in uno specchio, sconfitto dalla forza dell’amore del dottor Frankenstein e della sua dolce metà.

Conclusioni

E’ stato interessante guardare questa primissima versione cinematografica di Frankestein. Il film ha in sè, ovviamente, tutte le caratteristiche dei vecchi film come recitazione teatrale degli attori o telecamera fissa a cui vengono però aggiunte delle caratteristiche che al tempo servivano ad attirare e colpire gli spettatori, ad esempio il filtro colorato in certe immagini o gli effetti speciali al momento della creazione del mostro. Infine lo reputo un buon film da guardare, un po per curiosità (è pur sempre la prima trasposizione di una grandissima opera) un po per poter apprezzare quei vecchi film che anche senza tutte le belle caratteristiche tecniche e grafiche di ora sanno ancora dire la loro.

Link Del Film: youtube

Nemo

Nemo è un ragazzo di 24 anni che studia al Dams di Udine che ha sede nella sua città natale, Gorizia. Si interessa sopratutto di film e fumetti e ascolta anche musica spaziando quando capita tra vari generi. Conosce Sagana e dopo qualche tempo decidono di cercare, stavolta assieme, di ridare lustro al blog di Culto Underground per salvare un buon progetto dalla decadenza e rimetterlo sui giusti binari