Recensione: My Cruel Goro – My Cruel Goro

My Cruel Goro

Bentornati cultisti ad una nuova recensione fresca fresca di Culto Underground, anzi calda calda in verità dato il periodo di scrittura… Oggi parleremo di un trio dislocato tra l’Italia e l’Islanda: i My Cruel Goro.

My Cruel Goro

I “My Cruel Goro” nascono nel 2014 dall’unione di Andrea Maraschi (voce,chitarra e programming), Andrea Marcellini (basso) e Tommaso Adanti (batteria). Il trio suona un alternative rock diretto e aggressivo con venature post-rock e dall’animo punk.

Il disco

Il disco preso in considerazione quest’oggi è il loro primo Ep omonimo uscito nell’estate del 2015. My Cruel Goro” è composto da 3 canzoni intense, sporche e ricche di groove; ve lo dimostra subito la canzone di apertura “Clash”: troviamo infatti gli elementi che caratterizzano il sound di questa band ossia ritmi incalzanti,distorsioni e vocalità punk.

La seconda canzone “Crapford” ha una sonorità leggermente più aperta, più melodica insomma, quasi post-rock e può ricordare gruppi quali The Alkaline Trio e gli ultimi AfiLa terza ed ultima canzone dell’ Ep “Glue Buzz”(primo singolo della band) è anche la più lunga; comincia come una canzone hard rock, molto ritmata, per proseguire con un’apertura strumentale post-rock che sa molto di viaggio spaziale.

Review by: ilmistico

Sagana

Sagana è creatore e autore del progetto Culto Underground. Appassionato di musica, film, fumetti, videogiochi e tutta l'arte underground, nel 2008 inizia il progetto zeitgeist, predecessore di C.U. che si conclude nel 2011 per ragioni personali. Un paio di anni dopo ricomincia con spirito nuovo e con il nuovissimo collaboratore Nemo, che lo spinge a riesumare il progetto!

Latest posts by Sagana (see all)