RECENSIONE: The Nerdvrotic Sounds’ Escape

 

 

Bentornati carissimi lettori di Culto Underground, quest’oggi parliamo di musica.  Ho a disposizione il nuovo lavoro dei Frankenstein Rooster, per saperne di più a riguardo, continuate a leggere questo articolo.

INTRODUZIONE

I Frankenstein Rooster sono un progetto musicale del chitarrista Raffaello Indri (componente di gruppi quali Elvenking, Harduo e di cui trovate una nostra intervista QUI) affiancato dal batterista Camillo Colleluori (Hollow Haze).
La volontà alla base della proposta musicale del gruppo, è quella di contaminare i generi musicali senza porre limiti alla creatività. Nascono così brani strumentali che spaziano dal funk, al jazz, al rock e al metal sempre caratterizzati da un sound vivace e coinvolgente.
Dopo il disco d’esordio del 2009 “The Mutant Tractor”, molto apprezzato dalla critica di settore, i Frankestein Rooster pubblicano il loro secondo album dal titolo “The Nerdvrotic Sounds’ Escape”.
I nuovi brani, pur seguendo lo spirito degli esordi, risultano arricchiti di arrangiamenti elettronici e sonorità più pesanti e complesse.
Uno dei fili conduttori del disco è la commistione tra l’aspetto compositivo musicale e le svariate citazioni cinematografiche che arricchiscono il “viaggio” sonoro dell’ascoltatore.

THE NERDVROTIC SOUNDS’ ESCAPE

I Frankenstein Rooster tornano dopo 6 anni dall’ultimo disco, la formazione è la stessa e la loro determinazione pure. Dopo aver preso visione dei video di promozione (qui), passiamo a parlare per interno del nuovo album “The Nerdvrotic Sounds’ Escape”, fresco di pubblicazione.

1) The Nerdvrotic Sounds’ Escape

È la prima canzone del disco ed è un perfetto riassunto di quello che sarà l’intero disco. Senza dubbio alcuno, è un brano molto vario. Contiene citazioni a Frankenstein Junior e Frankenstein (1931).

2) Elektro Raptor

La canzone più crossover dell’intero disco. Una fra le mie preferite. Un brano che presenta inseguimenti di cicli ritmici.

3) The Spirit of Shawn (Lat in Metal)

L’attitudine del brano attinge da una ben definita identità dell’intero disco. Una canzone che riesce nel tentativo di una fusione con delle sonorità latineggianti. Dedicato a Shawn Lane.

4) Beastly Dancing

Questa canzone ha al suo interno diverse citazione tratte dal film “Fracchia la belva umana”. Si sentiranno diverse frasi del celebre personaggio, interpretato da Lino Banfi, “commissario Auricchio“. Un misto tra funk e rock, presentata da un lyric video.

5) Walking Shred

È una canzone con più citazioni “IT, Zombie, L’Esorcista e The Ring”. Una canzone che ci farà temere il buio per la sua veemenza colma di clown demoniaci, mostri e zombies.

6) Mullog

Tutti, o quasi, conosciamo la trilogia del “Signore degli Anelli“. Però non tutti sapremmo accorgerci che il titolo di questa traccia è un anagramma del nome di Gollum. Comunque sia, la canzone prosegue dolcemente, richiamando il mondo del Signore degli Anelli con una citazione. Proprio una gradevole ballad.

7) The Phantom of the 13th Orange

Un brano misterioso, cita “Arancia Meccanica“. I suoi connotati, progressivi e arricchiti da inserimenti acustici, li rende i propri cavalli di battaglia.

8) Cthulhu Racing

Un altro energico inno al rock. Che però risulta forse leggermente fuori corda rispetto al resto dell’album.

9) Flying in a Yoda’s Dream

La citazione alla saga di Guerre Stellari è chiarissima: “Do or do not… there is no try”. Interessanti flussi chitarristici.

10) Sevean Argagn Dance

Si chiude il tutto con un brano che non prevede più chitarra e batteria, bensì ritmiche dance capaci di smorzare i toni del disco, rilanciandolo in una dimensione più scanzonata.

CONCLUSIONI

La band, che per tutto il disco ha cercato dei riferimenti e delle citazioni precise, ha portato le sonorità di questo disco in ambiti vari, impreziosendoli con tecnicismi e pochi fronzoli. La sperimentazione è sicuramente uno dei punti cardine dell’intero lavoro. Il progetto pare essere riuscito a dovere.

Voto: 8 / 10


CONTATTI

FRANKESTEIN ROOSTER:

Raffaello Indri: Guitars, Bass, Keyboards, Electro sample, Intrusion Voice
Camillo Colleluori: Drums

THE NERDVROTIC SOUNDS’ ESCAPE:
Produced by Raffaello Indri
GUITARS, BASS, KEYBOARDS Recorded @ SKORPIO STUDIOS by RAFFAELLO INDRI
DRUMS Recorded @ MORETTIN’S STUDIOS by SIMONE MORETTIN
MIXED & MASTERED @ ZOLFO STUDIOS by GABRIELE GRITTI
WORK PROJECT by KHIMERA STUDIO COLLECTIVE

ALL SONGS WRITTEN, ARRANGED & PRODUCED by RAFFAELLO INDRI
DRUMS ARRANGED by CAMILLO COLLELUORI
*ARRANGED & MIXED by RAFFAELLO INDRI & MARCO CELOTTI

COVER ARTWORK by IGNAZIO PIACENTI
BAND LOGO by MARCO CELOTTI & RAFFAELLO INDRI
BOOKLET LAYOUT & GRAPHICS by DIEGO PEPI BOZZA
PHOTOS by DANIELE VIRGINIO

www.facebook.com/FrankensteinRooster

Follow me

Andrea Tomasella

Laureato in Sociologia per il Territorio e lo Sviluppo all’Università di Trieste, è referente del Gruppo Comunicazione del Punto Giovani di Gorizia. Scrive per la webzine di arte underground “Culto Underground”, collabora con il mensile di promozione sociale "Social News" e con il settimanale sportivo "City Sport". Attraverso il suo blog si racconta ed esprime opinioni (sempre personali).
Follow me