Recensione: Overblood – Excision (2011)

Carissimi Cultisti, vi do il benvenuto a questa nuova recensione!
Ciò che andremo a scoprire è un album musicale della band friulana “Overblood”.
Per saperne di più continuate a leggere.


INFORMAZIONI

Gli Overblood sono un gruppo thrash/death di Udine (Italia), formatosi nel 1996.
Hanno pubblicato un primo demo nel 1999, intitolato “Travel Soul”.
Il primo full lenght del gruppo, intitolato “Our Blood”, è stato pubblicato nel 2001 e ha ricevuto molti commenti positivi dalla stampa italiana ed estera.
Dopo svariati cambi di formazione, sono tornati in attività col mini cd “Infected Society”.
Nel 2011 hanno pubblicato l’album “Excision“, registrato presso il Fear Studio di Ravenna (Italia).

RECENSIONE

L’album in questione comincia subito rispettando le aspettative e dopo l’intro di poco più di un minuto è il turno di “Bombs fall Hell calls“, che alza subito il tiro del disco, con un chiaro atto di denuncia all’ipocrisia generale della società. Forte di chitarre incisive e sorretto da una ritmica molto potente, il brano lascia il posto ad un’altra canzone graffiante, intitolata “Against the holy alliance“, di cui hanno girato anche il video ufficiale (clicca qui per guardarlo su youtube).
Il cd prosegue con la brutalità e la violenza, tipiche del genere, che fanno da padroni. La qualità è sempre altissima, il cd suona davvero bene, e permette al quintetto friulano di esprimere tutte le loro capacità concentrandosi più sul “tiro” delle canzoni che sui tecnicismi.
Brani come “Infected society“, “World cannibal chaos” e “Too late to come back“, riescono fedelmente a centrare tutti i dogmi e dettami del genere musicale e ciò che esalta è l’immediatezza delle canzoni e la spontaneità dei testi.
Il pezzo “Don’t spread your bullshit” regala all’ascoltatore qualche break down e un’ampia dose di “svise”.
È poi il turno di “Masked disease” e “Childhood’s grave“, che suonano rabbiose, potenti e attinenti con l’identità del disco.
I brani “D.n.a.” e “Mr Crime” chiudono il cd, rimandando a canzoni di Cavaleriana memoria.

CONCLUSIONI

Il disco è assolutamente consigliato, perché non è facile trovare una band capace di racchiudere in un proprio lavoro tutte le componenti del genere musicale da cui traggono ispirazione. Excision infatti, oltre a un’esecuzione e a una produzione impeccabile, è una raccolta ben riuscita di canzoni capaci di far felici tanti metallari ed headbanger irriducibili.
Il discorso cambia per chi invece è alla strenua ricerca dell’inascoltato, di un disco sperimentale, perché qui non c’è trippa per gatti. Il che non è necessariamente un male, dato che è sempre più raro poter essere certi sin dal principio di ciò che si sta per ascoltare quando si acquista un disco musicale.
Infine un grande plauso va fatto per il “package”, oltre alle grafiche perfettamente attinenti allo spirito dell’album, anche il booklet con i testi permette un’immersione completa all’interno delle atmosfere e delle musiche create dal quintetto friulano.

Voto: 7,5 / 10


CONTATTI

Sito Web: http://overblood.bandcamp.com/

Contatto stampa: promotion@overblood.net

Agenzia di prenotazioni: info@overblood.net

Follow me

Andrea Tomasella

Laureato in Sociologia per il Territorio e lo Sviluppo all’Università di Trieste, è referente del Gruppo Comunicazione del Punto Giovani di Gorizia. Scrive per la webzine di arte underground “Culto Underground”, collabora con il mensile di promozione sociale "Social News" e con il settimanale sportivo "City Sport". Attraverso il suo blog si racconta ed esprime opinioni (sempre personali).
Follow me