Recensione: The Assassin ( 2015)

The Assassin poster

Bentornati cultisti ad una nuova recensione del vostro Sagana. Oggi recensirò per voi The Assassin sotto consiglio del sito AsianWorld, che ringraziamo e su cui vi invitiamo a fare un giro, in quanto si tratta del più importante sito in Italia di sottotitoli per quanto riguarda il cinema asiatico! Un vero Must per ogni fan del cinema che si rispetti 😉

Hou Hsiao-hsien

Hou_Hsaio-hsien

Nato in Cina nel 1947, la sua famiglia si trasferisce l’anno dopo a Taiwan per fuggire dalla guerra civile cinese. Regista prolifico ha diretto fino ad ora 18 film e 3 corti, rimanendo quasi sempre sul genere drammatico, e coprendo in molti dei suoi film il tema del tempo. Tempo inteso come periodo storico, come ad esempio nel film che andremo a recensire, tempo inteso come sociale e quindi di differenze generazionali, come in Three Times, tempo inteso come tempo delle scene, spesso molto lunghe e apparentemente statiche.

Hou è stato spesso premiato per la sua regia a grandi festival del cinema quali ad esempio il festival di Cannes, dove ben sei dei suoi film sono stati nominati per ricevere la Palma d’oro.

The Assassin gli è valso il premio come miglior regista alla sessantottesima edizione del cinema di Cannes ed è in generale considerato come uno dei suoi lavori più riusciti.

 

The Assassin

The-Assassin-SleepLa pellicola, della durata di 104 minuti, è di genere storico drammatico ( considerato anche da alcuni critici nel genere Wuxia nonostante non rispecchi tutti i canoni del genere) e si incentra sulle vicende di due personaggi: Yinniang, assassina al servigio della monaca Jiaxin che le ordina gli assassini di funzionari governativi corrotti e Tian Ji’an cugino di Yinniang e promesso sposo di lei, governatore militare di Weibo.

La vicenda inizia con l’elegante assassinio di un funzionario a cavallo da parte di Yinniang, in cui ci viene mostrata la sua freddezza e la sua abilità. Subito dopo però Yinniang fallisce in un suo compito, dopo essersi infiltrata in un palazzo, non riesce ad uccidere un suo obbiettivo perché lo trova assieme al figlio e per evitare dolore al bambino fugge.

La monaca Jiaxin darà allora l’ordine a Yinniang di uccidere suo cugino Tian, per temprare il suo spirito.

The-Assassin-lady-and-servant

Al di là della trama, che invitiamo a scoprire attraverso la visione del film, The Assassin vive delle sue immagini e dei suoi silenzi. Sebbene siano presenti diversi dialoghi all’interno della pellicola e non manchino scene più verbose, l’opera, sia per via di una colonna sonora spesso assente, sia per via delle lunghe scene prive di dialogo, si esprime al suo meglio attraverso i gesti degli attori, i lenti movimenti della telecamera, le simboliche inquadrature a telecamera fissa, dove è la scena a spostarsi e non la telecamera.

The-Assassin-father-sonC’è in aggiunta, un forte uso di simboli, sia visivi che di concetto, ereditati dalla tradizione orientale spirituale e cinematografica, alcuni più evidenti, altri meno, che potrebbero sfuggire allo spettatore, impedendogli di capire determinati dettagli della trama.

Ogni scena sembra simboleggiare lo stato d’animo dei suoi personaggi attraverso lo sfondo, che esso sia paesaggistico (spesso utilizzato per la protagonista e la sua maestra) o interno ( spesso sfarzoso e utilizzato per Tian, la sua famiglia e i suoi funzionari).

Inoltre ogni inquadratura del film appare come fosse dipinta sulla pellicola; sia per un’illuminazione estremamente intelligente, che per una scelta di filtri ed un aiuto da parte della computer grafica, che è presente, ma molto marginale.

The-Assassin-Lake The-Assassin-behind-the-drape

Sagana

Sagana è creatore e autore del progetto Culto Underground. Appassionato di musica, film, fumetti, videogiochi e tutta l'arte underground, nel 2008 inizia il progetto zeitgeist, predecessore di C.U. che si conclude nel 2011 per ragioni personali. Un paio di anni dopo ricomincia con spirito nuovo e con il nuovissimo collaboratore Nemo, che lo spinge a riesumare il progetto!

Latest posts by Sagana (see all)