Recensione: The Legend Of Mother Sarah di Katsuhiro Otomo e Takumi Nagayasu

Benvenuti cari cultisti ad una nuova recensione di Culto Underground! Oggi voglio parlarvi di un manga fantascientifico molto interessante, The Legend Of Mother Sarah, scritto da Katsuhiro Otomo e disegnato da Takumi Nagayasu.

Gli Autori

Katsuhiro Otomo nasce ad Hasama nel 1954 iniziando fin dai primi anni del 1970 a far parte del mondo del fumetto disegnando strip settimanali pubblicate sulla rivista Action. Nel 1979 esce la sua prima opera lunga, Fireball, contraddistinta da disegni di buon livello e da una storia incalzante ed interessante. L’opera purtroppo rimane incompiuta e ad essa seguono prima Domu (1982) e successivamente Akira (iniziata anch’essa nel 1982) che lo consacrerà nell’olimpo del fumetto giapponese. Nel frattempo l’autore si impegna anche nella produzione animata, dando il suo contributo a svariati anime. L’autore è tutt’ora attivo ed al lavoro su manga brevi e anime.

Takumi Nagayasu nasce nel 1979 e fin dalla giovane età si cimenta nel disegnare manga e storie brevi. Nel 1979 vince un concorso per giovani autori con il manga Ai to Makoto. Dopo qualche anno si trasferisce negli Stati Uniti e da alla luce, assieme a Otomo, The Legend Of Mother Sarah.

L’opera

Legend of Mother Sarah racconta la storia di Sarah, madre di tre figli da cui viene separata durante il ritorno sulla terra, suo e di molte altre persone, dopo dieci anni di lontananza dovuta ad una guerra nucleare che ha costretto l’umanità a vivere fino ad allora su delle basi spaziali. Un grave trauma subito al ritorno spinge Sarah ad intraprende un viaggio di redenzione e di ricerca dei figli ormai lontani. Compagno in quest’avventura il venditore ambulante l’ambulante Tsè Tsè che la accompagnerà e cercherà di aiutarla durante le sue peripezie. La ricerca dei figli sarà tutt’altro che facile, portando Sarah a vivere situazioni drammatiche e che metteranno a dura prova la sua tempra e la sua umanità.

Nemo

Nemo è un ragazzo di 24 anni che studia al Dams di Udine che ha sede nella sua città natale, Gorizia. Si interessa sopratutto di film e fumetti e ascolta anche musica spaziando quando capita tra vari generi. Conosce Sagana e dopo qualche tempo decidono di cercare, stavolta assieme, di ridare lustro al blog di Culto Underground per salvare un buon progetto dalla decadenza e rimetterlo sui giusti binari