Recensione: Urali – Persona (2016)

Urali

Bentornati amici e amiche di Culto Underground, questa nuova recensione parlerà dell’album “PERSONA” di Urali, un disco recentissimo, pubblicato l’11 gennaio scorso ed edito da To Lose La Track e Fallo Dischi.
Riuscirà il connubio a base di chitarre distorte e voce melodica, a tratti struggente, a convincere noi di Culto? Per saperlo, dovete soltanto continuare a leggere!

L’artista

Urali è Ivan Tonelli, nato e cresciuto a Rimini. È l’attuale chitarrista dei Cosmetic ed ex degli Shelly Johnson Broke My Heart, il suo primo disco, URALI (autoprodotto-2014), lo ha scritto durante l’estate 2013, mentre lavorava come portiere notturno. Il suo progetto è nato con l’intento di essere quanto più melodico e rumoroso possibile.

Recensione

Persona è un lavoro piuttosto inconsueto (come ne capitano pochi fra le nostre mani), in cui l’autore si racconta in una sorta di viaggio onirico, attraverso nove tracce intensissime, fra melodie e dissonanze.
Per capire che questo disco non è nulla di etichettabile non serve tanto tempo, già dalla prima traccia, George (My King), un misto fra il cantautorato e l’indie-rock, si ascolta qualcosa di non ben definito, unico e personale. La logica appena descritta si ripete così anche per le tracce seguenti, con Immanuel (We Don’t Have To Work In Dreams), Frances (A New Neighbour) e Hector (Horror Vacui), solo per citarne alcune.
Particolarmente suggestive le tracce Catherine (How To Manage Anger) e Meadow (Nightwalk In Rome).

[banner]

Conclusioni

Indubbiamente, noi di Culto Underground, consigliamo Persona, che è uno dei dischi più originali e inconsueti che abbiamo potuto apprezzare negli ultimi anni.
Non è tutto oro quello che luccica, il disco ci è piaciuto più per la sua essenza che per l’effettiva proposta, in effetti suona tutto un po’ troppo simile a sé stesso, ma questo non è sufficiente per giudicare negativamente il disco. Quanto si ascolta è così autentico, unico nel panorama musicale italiano, che la sua ripetitività è parte necessaria e fondamentale per riuscire a raccontarci qualcosa di nuovo.
Se non è una promozione a pieni voti, è certamente un voto molto alto, che culmina nell’auspicio di poter ascoltare nuovamente Urali, magari con un pizzico di varietà in più.

Voto: 8 / 10


Contatti

FACEBOOK: facebook.com/Uralisugliurali
BANDCAMP: urali.bandcamp.com
TO LOSE LA TRACK: toloselatrack.org
FALLO DISCHI: fallodischi.com

Follow me

Andrea Tomasella

Laureato in Sociologia per il Territorio e lo Sviluppo all’Università di Trieste, è referente del Gruppo Comunicazione del Punto Giovani di Gorizia. Scrive per la webzine di arte underground “Culto Underground”, collabora con il mensile di promozione sociale "Social News" e con il settimanale sportivo "City Sport". Attraverso il suo blog si racconta ed esprime opinioni (sempre personali).
Follow me