Recensione: Vials of Wrath – There Be Light

let there be light cover

 

 

Cari estimatori di Culto, oggi vi presento una band che ci offre un gradevole metal sound cristiano!Sto parlando dei Vials of Wrath..

La band

I Vials of Wrath sono originari degli Stati Uniti, precisamente del North Carolina. Si tratta di una one-man band, costituita dall’unico membro Dempsey Mills, formata nel 2011 e tuttora attiva.
Sotto etichetta indipendente, questa band ha all’attivo due EP, due demo, uno spliti e un full-lenght.
Catalogati su Metallum come ambient unblack, per quanto riguarda l’EP che oggi vado a recensire per voi, ossia Let There Be Light, del 2013, esso presenta un suono più marcatamente death

Let there be light

Mi soffermerò su tre brani rappresentativi dei sei che compongono questo lavoro, questo lavoro, che si apre con il brano Cold Contempt, che presenta una piacevole melodiosità sotto ad un growl apprezzabile. Ritmi più cadenzati invece per From the Dead and Army risen.
Rise presenta invece dei tratti che lontanamente possono richiamare le caratteristiche del black, soprattutto per quanto concerne la musicalità e le atmosfere melodice e anche, sebbene in parte minoritaria, per quanto riguarda il growl che in certi punti tende leggermente allo scream.
Brano questo, bisogna dirlo, veramente gradevole, specie per quanto riguarda la parte strumentale.

Black Princess

Sono BlackPrincess..laureata in Filosofia e attualmente in attesa di entrare al dottorato..appassionata di Medioevo e di Filosofia (ovviamente), sono cattolica e amo molto approfondire gli argomenti legati alla mia fede. Non amo il cinema, ma apprezzo molto i musical, specialmente apprezzo "Il fantasma dell'opera".
Amante del metal, soprattutto il filone unblack (musicalità black ma testi cristiani), collaboro con le recensioni per il sito Whitemetal.it
Sorella di Nemo, sono stata da lui reclutata per questo blog e sono felice di collaborarvi sebbene lui smorzi sempre la mia vena creativa!!