Recensione: La voce – Nemo & Sagana

"La Voce" su ewriters.it
“La Voce” su ewriters.it

Voto 8/10

Bentornati amici di Culto Underground, questa volta affronteremo, con questa lettura, una nuova recensione riguardante un racconto breve dal titolo “La Voce“.

Nell’ultima riunione dello Staff di Culto Underground gli amici Nemo & Sagana, avendomi accennato di questa loro creazione, hanno acceso la mia curiosità e allora, con un po’ di pazienza e dopo qualche lettura, ho deciso di recensire questo racconto breve.

Parto dicendo che questo racconto viene divulgato al pubblico, tramite la rete su www.ewriters.it/leggi.asp?W=74749, grazie a questa risorsa, utile per la pubblicazione online di poesie e racconti, la lettura è immediatamente fruibile sfruttando una connessione a internet , gratuitamente e senza la necessità di registrazione alcuna.

Qualche anticipazione:

Il racconto, basato su una storia chiaramente fantastica, parte dall’idea di raccontare l’avventura capitata a un uomo, di nome Arthur, solitario, abitudinario e appassionato radioamatore. Nella routine delle sue giornate, scandite da ritmi regolari fra casa e lavoro, tutti gli eventi più significativi accadono quando l’uomo è a casa, vicino alla sua radio. Arthur infatti, quasi inspiegabilmente, in una delle sue sessioni di OM avverte una voce, proveniente dalla radio, misteriosa e smarrita, narrante una serie di vicissitudini alquanto confuse e spaventose. Ciò catapulta i ritmi del racconto in una serie di scene terrificanti, anche condite con intrecci della vita privata, le emozioni e i ricordi dei protagonisti.

Valutazione:

Il racconto scorre veramente fluido, concentrato nello spiegare attentamente con le sue descrizioni i fatti che avvengono. I nostri amici Nemo & Sagana sono stati capaci di appassionarmi dalla prima all’ultima riga con cambi di velocità improvvisi e una forte caratterizzazione dei personaggi. Il racconto gioca bene le sue carte nel complesso, soprattutto con gli scenari, che sono molto ben costruiti e ancora di più nella seconda metà del racconto. Ciò che invece non reputo essere riusciti alla perfezione, sono i cambi di scena, a volta ripetitivi ed ancorati alle medesime situazioni in gran parte del racconto.

Comunque la storia è davvero bella e avvincente. Qualora aveste qualche minuto a vostra disposizione vi esorto a leggerlo, con un ultimo consiglio: non prendetelo alla leggera se siete facilmente impressionabili.

Follow me

Andrea Tomasella

Laureato in Sociologia per il Territorio e lo Sviluppo all’Università di Trieste, è referente del Gruppo Comunicazione del Punto Giovani di Gorizia. Scrive per la webzine di arte underground “Culto Underground”, collabora con il mensile di promozione sociale "Social News" e con il settimanale sportivo "City Sport". Attraverso il suo blog si racconta ed esprime opinioni (sempre personali).
Follow me