Seabin Project, cestino che pulisce l’oceano

The Seabin Project

Cari amici e amiche, bentornati su Culto Underground per una news! Negli ultimi giorni siamo venuti a conoscenza del “Seabin project“, un sistema progettato per raccogliere plastica e rifiuti solidi galleggianti, ma anche per catturare olio, carburante e detergenti.
Questo “cestino per la spazzatura marina” funziona 24 ore al giorno, 7 giorni alla settimana, 365 giorni l’anno, con un processo semplice: l’acqua in superficie viene risucchiata e l’immondizia resta imprigionata dentro. Il liquido filtrato e pulito viene reimmesso nell’ambiente.

Il video del progetto Seabin Project

Questo “cestino per gli oceani” può essere posizionato sui pontili galleggianti, nei porti turistici, lungo le vie fluviali, nelle darsene, negli yacht club e può anche essere montato su barche a motore.
Il progetto cerca sostenitori sul sito di crowdfunding Indiegogo.

Per ulteriori informazioni, visitate il sito del progetto: www.seabinproject.com
Prima dei saluti, lasciate un commento a questo articolo e fateci sapere cosa ne pensate, per noi sarà un piacere leggere e poi rispondervi. Infine, se quanto avete letto vi è piaciuto, condividetelo con tutti i vostri amici!!

Follow me

Andrea Tomasella

Laureato in Sociologia per il Territorio e lo Sviluppo all’Università di Trieste, è referente del Gruppo Comunicazione del Punto Giovani di Gorizia. Scrive per la webzine di arte underground “Culto Underground”, collabora con il mensile di promozione sociale "Social News" e con il settimanale sportivo "City Sport". Attraverso il suo blog si racconta ed esprime opinioni (sempre personali).
Follow me